Programma

Il percorso di Alta Formazione Future Land è stato progettato per portare l’eccellenza tecnologica al centro del processo d’innovazione sia nel settore pubblico che in quello privato. Governare l’innovazione tecnologica oggi significa formare dei leader ugualmente capaci di dominare tanto gli aspetti tecnologici quanto quelli gestionali, manageriali e di scenario.

Questo percorso permetterà agli studenti di divenire risorse chiave nella propria organizzazione, contribuendo in maniera decisiva ad offrire quel mindset e quel bagaglio di competenze indispensabili per competere in un contesto globale in cui la capacità di governare, comprendere e anticipare l’innovazione sarà una delle leve decisive del successo.

#1 – Scenari al 2030 – Amleto Picerno Ceraso
8 Maggio

L’occasione dell’avvio del corso servirà per aprire una finestra di scenario, del decennio a venire, presentando le più accreditate linee di tendenza che impatteranno su ogni aspetto della vita personale, aziendale e amministrativa, pubblica e privata.

#02 – Finance & Fintech – Carlo Mancosu, Roberto Spano
15 e 16 Maggio

Le società operanti in ambito Fintech (termine inglese nato dalla fusione di tecnologia e finanza) sono aziende che si caratterizzano per affiancare alla componente finanziaria una forte componente tecnologica. Si tratta principalmente di startup e scaleup, technology driven, che promuovono sul mercato nuovi e più efficienti modelli di business, offrendo alla clientela soluzioni più semplici, economiche e sicure, volte spesso a disintermediare o addirittura a decentralizzare parte dei servizi offerti sul mercato finanziario dagli operatori tradizionali.
Si esamineranno gli strumenti e la loro utilità nei processi amministrativi.

#03 – Innovation Management – Andrea Bonaccorsi
22 e 23 Maggio

Si affronteranno gli aspetti strategici, organizzativi e gestionali relativi allo sviluppo di innovazioni. Particolare attenzione sarà data agli aspetti organizzativi delle attività di sviluppo di nuovi prodotti e di R&S. Gli innovatori di successo si avvalgono di metodologie, tecniche e strumenti di gestione ben delineati. Lo sviluppo di innovazione deve quindi essere posto al centro dell’attenzione manageriale, conferendo ad essa rilevanza strategica e continuità. Saper promuovere e gestire l’innovazione è oggi una competenza chiave nel profilo di ogni manager, pubblico e privato.

#04 – Business Modelling – Roberto Spano, Cesare Ravaglia
29 e 30 Maggio

Si forniranno le competenze finalizzate alla modellazione del business e di un piano industriale. Si spingeranno i discenti a comprendere le implicazioni economico-finanziarie della gestione, interpretare la performance economico-finanziaria dell’impresa, usare le informazioni di costo per analizzare l’efficienza e l’efficacia dei processi aziendali, gestire i costi nelle fasi progettuali, comprendere il ruolo del controllo di gestione come meccanismo operativo di guida di organizzazioni complesse. Si affronteranno i temi del riconoscimento di opportunità imprenditoriali, dell’analisi di fattibilità di una nuova idea di business dal punto di vista organizzativo, strategico ed economico finanziario e si terminerà con il business plan.

#05 – Agritech & Agrifood Future – Carlo Hausmann
5 e 6 Giugno

Agricoltura 4.0 non è mera applicazione tecnologica, non è esclusivamente l’inserimento della robotica, l’uso Big Data e dell’intelligenza artificiale e così via. E’ anche la sana giustapposizione di politiche pubbliche innovative, è l’uso di differenti approcci produttivi, oltreché organizzativi. L’attenzione alla qualità del prodotto, alla provenienza ed al metodo di coltivazione e/o allevamento sono discriminati più importanti del prezzo. La sicurezza e l’educazione alimentare saranno i nuovi drivers di questo mercato, chi non sarà in grado di rispondere a queste esigenze sarà tagliato fuori.

#06 – Technology Strategy & Coding – Rinaldo Bonazzo
12 e 13 Giugno

Il focus principale è sulla formulazione e implementazione di una strategia tecnologica coerente con la strategia complessiva delle organizzazioni. Si affronteranno i temi di come la tecnologia dovrebbe seguire e, in alcuni casi, anticipare i cambiamenti a livello di mercati e ambienti competitivi. Verranno forniti i modelli concettuali per comprendere in quali modi la strategia tecnologica può valorizzare le risorse aziendali e affermare le capacità organizzative, contribuendo alla piena valorizzazione del potenziale competitivo.
Il coding e il pensiero computazionale forniscono un metodo di analisi e soluzione dei problemi anche complessi. Consentono di affrontare qualsiasi problema in maniera algoritmica, individuando una strategia per raggiungere la soluzione, e suddividere il percorso in tanti step sequenziali.

#07 – Social Innovation and CSR – Mario Calderini
19 e 20 Giugno

La Social Innovation è un cambiamento nel modo di fare le cose, un elemento innovativo del contesto della collettività, è un’interruzione rispetto alle soluzioni generalmente utilizzate e presenta una risposta costruttiva a problemi di ordine economico e sociale, di fatto contribuisce al miglioramento degli individui e delle comunità. Spesso confusa e sovrapposta erroneamente alla responsabilità sociale d’impresa, la Social Innovation è creazione di nuove idee, prodotti, servizi che soddisfano bisogni sociali e simultaneamente creano nuove collaborazioni e relazioni. Già, ma come si concretizza? Come si differenziano? Quali sono i casi pratici? Quali le azioni nazionali e locali per la loro adozione?

#08 – HR Management & Compliance – Stefano Sedda
26 e 27 Giugno

Spesso di norme si perisce. Altrettanto spesso sono invece, se correttamente interpretate ed applicate per tempo, un viatico fondamentale per una sana fisiologia funzionale e produttiva. Per questo è determinante inquadrare bene i diversi concetti, contestualizzarli al giorno d’oggi, per questo è fondamentale comprendere perché e come impattano direttamente sulle risorse umane, sull’organizzazione di un’azienda o di un ente, per questo è importante inquadrare l’universo delle certificazioni e la loro utilità nei sistemi globali attuali.

#09 – Funding – Nicola Pirina
3 e 4 Luglio

Le aziende e le pubbliche amministrazioni sono alla costante ricerca di fondi per svolgere le proprie funzioni. Questo è vero nelle fasi di sviluppo, di fisiologia ed è drammaticamente più severo nelle fasi di crisi e di ristrettezza. Per questo è determinante avere chiaro il quadro dei soggetti pubblici e privati deputati all’erogazione e gestione del credito. Gli istituti di credito tradizionali sono oramai affiancati da enti di secondo livello, spesso di carattere internazionale. A questi si aggiungono nel panorama europeo i cosiddetti fondi d’investimento (hedge fund, equity fund, venture capital e così via). In Italia poi non manca la finanza pubblica agevolata. Serve avere una rosa dei venti aggiornata e la strumentazione adeguata per poter interagire con questa galassia.

#10 – Realtà Virtuale e Realtà Aumentata – Carlo Mancosu, Luigi Cocco
9 e 10 Luglio

L’efficace commercializzazione dell’innovazione richiede una profonda conoscenza dei meccanismi che regolano la percezione del valore per il cliente e dell’arena competitiva. Nel corso della sessione sarà approfondito il tipico percorso di Marketing Management che, partendo dalla fase di analisi del valore, passa a quella di creazione del valore e successivamente di delivery e di comunicazione dello stesso. A partire dall’esame di questi aspetti, il corso intende approfondire le modalità di gestione dell’interazione tra gestione e progettazione dell’innovazione e sua commercializzazione, ivi comprese le nuove piattaforme e tecnologie più vocate allo scopo.

#11 – 4th Industrial Revolution – Antonio Grieco
17 e 18 Luglio

Il modulo affronta temi cruciali per le imprese e le pubbliche amministrazioni di oggi: introdurre il concetto di trasformazione digitale, mostrare lo scenario attuale, focalizzare in modo più specifico l’Industry 4.0 e gli elementi che la caratterizzano. Come e perché le industrie di nuova generazione impattano nei territori, sulle aziende e sugli enti deputati al governo del territorio.

#12 – Le nuove geografie dei mercati del lavoro – Luca De Biase
18 e 19 Settembre

Le grandi trasformazioni tecnologiche ed economiche che stiamo vivendo pongono problemi, sfide e punti interrogativi del tutto inediti. Dinanzi a questa realtà in continuo divenire, la ricerca di nuovi linguaggi e schemi concettuali risulta necessaria se si vuole comprendere il presente e immaginare il futuro. Il lavoro, inteso come identità sociale, espressione di sé e percorso di realizzazione delle proprie aspirazioni, rappresenta un campo di indagine particolarmente soggetto alle trasformazioni tecnologiche e sul quale si addensano, volgendo lo sguardo all’orizzonte dei prossimi decenni, numerose incognite. Quali mestieri verranno spazzati via dalle nuove tecnologie? E quali altri compariranno sulla scena? Verso quali studi converrà indirizzare le generazioni a venire? Quali competenze saranno necessarie?

#13 – Data Analysis – Daniela Serra
25 e 26 Settembre

Si scrive Big Data e si legge come una delle evoluzioni più profonde e pervasive del mondo digitale. Un trend destinato a rimanere e a incidere profondamente sulla nostra vita e sul nostro modo di fare business. Per definire cosa sono i Big Data pensiamo un attimo al nostro quotidiano: interazioni sui social network, un click su un sito web, i nostri smartphone interconnessi. Tutto ciò genera una mole di dati incredibilmente più elevata di qualche decennio fa. Enormi volumi di dati eterogenei per fonte e formato, analizzabili in tempo reale: tutto questo sono i Big Data. In breve, tre le caratteristiche fondamentali: volume, velocità e varietà.
Come estrarne valore? Sono le competenze e le tecnologie di Analytics a trasformare i dati grezzi in informazioni di valore per i decision maker: è oggi possibile ottenere vantaggio competitivo grazie a decisioni tempestive e più informate, non solo per le organizzazioni più grandi ma anche per le piccole e medie imprese, nonché per le pubbliche amministrazioni.

#14 – Team Building & Problem solving – Carlo Duò
2 e 3 Ottobre

Il seminario offre ai partecipanti strumenti pratici di comunicazione in azienda per migliorare il lavoro di gruppo e il benessere delle persone. Attraverso attività pratiche, simulazioni ed altre esperienze si daranno indicazioni per adottare comportamenti appropriati nelle situazioni lavorative più ricorrenti.

#15 – L’innovazione nella logistica e nei trasporti – Gianfranco Fancello
9 e 10 Ottobre

Determinanti per l’isola, fondamentali a prescindere, i temi e le problematiche legate al mondo dei trasporti e più in generale della logistica impattano nella quotidianità di persone, imprese, lavoratori e amministrazioni. Anche qui la tecnologia e le nuove soluzioni di prodotto e processo l’hanno fatta da padroni. Vediamo quali sono le novità e com’è messo il resto del mondo.

#16 – Leadership – Chiara Montanari
16 e 17 Ottobre

La sessione fornisce gli strumenti essenziali per la gestione dei gruppi di lavoro e per lo sviluppo personale. Nelle organizzazioni c’è sempre più bisogno di sviluppare una leadership collettiva, diffusa, capace di coniugare la necessità di decidere con quella di ascoltare; la necessità di esprimere il potenziale delle persone con quella di mediare tra le diverse esigenze. Il mondo oggi richiede persone più capaci di esprimere se stesse e più capaci di stare insieme.

#17 – La governance dell’innovazione nel pubblico e nel privato – Laura Morgagni
23 e 24 Ottobre

La capacità di gestire le assemblee ed i consigli d’amministrazione non si impara esclusivamente sui libri, ma affinando un intuito dedicato che consenta d’essere contemporaneamente tecnici, politici, mediatori, forti ed arroganti così come miti ed accondiscendenti. Dipende dalla situazione. Valido per il pubblico e per il privato, il tema della gestione della governance di sistema trova oggi chiavi di lettura contemporanee e di visione.

#18 – Collective Thinking & Design Thinking – Alex Giordano
30 e 31 Ottobre

La sessione introduce le culture del design nei processi di innovazione, sia sistema sia prodotto ed esercita la loro applicazione mediata dal designer. Verrà affrontato il tema del Fuzzy Front End of Innovation & Design Skills, in particolare: principi di advanced design, modellazione della realtà, anticipazione e progetto.

#19 – Etica dello sviluppo e filosofia della crescita – Silvano Tagliagambe
6 e 7 Novembre

E’ la blackbox del corso. Impossibile racchiudere in una stringa il pensiero in merito del più autorevole filosofo della scienza vivente in Italia. Dalle neuroscienze alle imprese, passando per l’ipnosi e Heidegger. Per il Professore il pensiero meditante avrà sempre la meglio su quello calcolante. Per lui la fame di sapere è la vera chiave di formazione per i visionari di domani.

#20 – L’evoluzione del suono e delle immagini – Emanuele Contis, Salvatore Cubeddu
13 e 14 Novembre

Il modulo di Creativity si concentra innanzitutto sulle trasformazioni della società causate dalla evoluzione tecnologica, le quali rendono la generazione di idee innovative una vera e propria necessità. Traendo spunti dai grandi pensatori del passato e dalle più recenti scoperte neuroscientifiche, si descrivono i meccanismi del pensiero creativo, sino ad arrivare ad un modello generale utilizzabile nella pratica. Non si trascureranno gli aspetti sociali e organizzativi generati dalla creatività.

#21 – L’innovazione delle e per le politiche pubbliche – Francesco Molinari
20 e 21 Novembre

La sessione si concentra sul come e perché possono essere ideate e realizzate politiche pubbliche per l’innovazione a qualunque livello di governo (locale, sovralocale, regionale, nazionale, europeo e transnazionale), senza trascurare una panoramica su quali sono le linee europee per il finanziamento delle stesse.

#22 – Il futuro dei territori – Michele Kettmajer
27 Novembre

Il percorso si conclude con una riflessione di Michele Kettmajer sul futuro dei territori. 
A margine un veloce bilancio di progetto e l’anteprima dei futuri appuntamenti di Future Land.